Women vittoriose contro il Fratta Terme (1-0), in C2 la squadra di mister Ghera vince il derby con Riolo (6-3) e chiude imbattuta il 2021.

Un passo avanti in coppa la Mernap lo ha compiuto, salutando il 2021 da imbattuta. La formazione di coach Francesco Ghera è riuscita infatti ad aggiudicarsi anche il primo incontro di Coppa Emilia-Romagna, sconfiggendo 6-3 l’Erba 14 Riolo Terme. Un po’ come nella gara di campionato i rossoneri sono andati sotto 2-0 nel primo tempo dando però vita, nonostante l’espulsione di Rezki, ad un’importante rimonta nella seconda frazione grazie allo scatenato Zaniboni autore di 3 gol.
Come previsto alla vigilia del match il tecnico della Mernap ha fatto debuttare il nuovo acquisto Andrea Argnani schierandolo sin dal primo minuto al fianco di Rezki, Maski, Venturelli e Tronconi in porta. Poche le occasioni create nel primo quarto d’ora da entrambe le formazioni che si sono studiate a lungo prima di cercare più insistentemente la via del gol.

A sbloccare la gara è stato Sandri al 23’ che in contropiede dopo un’azione infruttuosa della Mernap ha percorso tutto il campo ed ha battuto a colpo sicuro il portiere della Mernap, indeciso nella propria uscita. Al 28’ inoltre, i riolesi hanno raddoppiato con Menghetti il quale ha approfittato di un colossale disimpegno di Tronconi e di Rezki di fronte alla linea di porta e recuperando palla ha infilato i faentini apparsi piuttosto deconcentrati. Una condizione, questa, che deve aver spinto mister Ghera a farsi sentire negli spogliatoi visto che la Mernap è tornata in campo dopo l’intervallo decisamente con un altro piglio. Infatti, dopo appena due giri di lancette, i rossoneri hanno accorciato il parziale con Maski, il quale sugli sviluppi di un calcio d’angolo ha trovato la girata vincente indirizzando il pallone sotto all’incrocio dei pali. La gara però si è messa successivamente in salita per la Mernap visto che nel giro di altri 3’ i faentini hanno commesso due falli evitabili e Rezki, ammonito precedentemente per proteste, si è visto sventolare in faccia dal direttore di gara il cartellino rosso, guadagnando anzitempo la via degli spogliatoi. In inferiorità numerica tuttavia, i faentini hanno mantenuto il possesso del pallone senza rischiare nulla, aspettando il rientro del quinto uomo in campo: Matteuzzi, che al 12’ ha riequilibrato il risultato con un tiro dalla banda sinistra deviato fortuitamente in porta da un difensore riolese. Il pareggio ha quindi esaltato i giocatori faentini che nel giro dei successivi minuti hanno trovato ripetutamente la via del gol con Zaniboni, al 13’ attraverso un preciso tiro da fuori area e al 16’ con un delizioso pallonetto in corsa che ha sorpreso Galeotti, incolpevole estremo difensore dell’Erba 14.
Al 19’ un calcio di punizione dal limite ha premiato nuovamente i riolesi che hanno accorciato con Sandri ma i padroni di casa hanno dimostrato più determinazione in difesa con Tronconi che ha salvato tre volte consecutivamente il risultato guadagnando gli applausi del pubblico, e in attacco con le giocate di Matteuzzi, Argnani e i gol di Maski e ancora di Zaniboni, i quali hanno costruito e chiuso di fatto la partita al 22’ e al 31’ in pieno recupero. Il risultato quindi ha premiato gli uomini di mister Ghera che la prossima settimana riposeranno mentre Riolo e Gatteo si giocheranno tre punti decisivi per rimanere in corsa qualificazione. La Mernap Faenza tornerà invece in campo il 15 gennaio 2022.

MERNAP FAENZA: Tronconi, Rezki, Argnani, Maski, Venturelli, Zaniboni, Ferri, Chiadini, Albu, Zin Dine, Matteuzzi, Negri. All. Ghera

ERBA 14 RIOLO TERME: Galeotti, Menghetti, Sandri, Taddeo, Tabanelli, Sentimenti, Barbante, D’Amico, Catani, Beschi, Poggi Pollini. All. Perfetti

Marcatori: 23’ pt e 19’ st Sandri (E), 28’pt Menghetti (E), 2’ st e 31’ st Maski (M), 12’ st Matteuzzi (M), 13’ st, 16’ st e 22’ st Zaniboni (M).

Ammoniti: Rezki (M) e Taddeo (E)

Espulsi: Rezki (M) al 6’ st per gioco falloso

Note: Primo Tempo 0-2, spettatori 100.


MERNAP WOMEN: Prosegue ugualmente con profitto il percorso della Mernap Women in coppa CSI. Le rossonere sono prime nel girone a punteggio pieno grazie anche alla seconda vittoria conseguita venerdì sera a Forli contro il Fratta Terme. Decisivo, nell’1-0 finale il gol di Pezzi grazie al quale le faentine hanno mantenuto l’imbattibilità nella competizione ed hanno compiuto un ulteriore passo avanti verso la qualificazione al turno successivo.

Faentini sabato al Cattani contro l’Erba 14, il nuovo giocatore Andrea Argnani è pronto al debutto.

Ultimo appuntamento dell’anno per la Mernap Faenza. Sabato alle 15 i faentini riceveranno al PalaCattani l’Erba 14 Riolo Terme nella prima giornata del mini girone di Coppa Emilia-Romagna. Un appuntamento al quale la formazione di coach Francesco Ghera tiene particolarmente, non solo perché intende chiudere il 2021 completamente imbattuta ma anche perché tra gli obiettivi stagionali rientra la qualificazione al secondo turno della competizione.

«La Coppa Emilia Romagna la consideriamo importante quanto il campionato – ha sottolineato il tecnico dei manfredi alla vigilia –, e infatti daremo il massimo come sempre anche se avremo qualche defezione. Il nostro obiettivo sarà di giocare a viso aperto ogni partita, perché la formula del torneo e la forza del nostro girone ci costringeranno non solo a vincere, ma anche a segnare molte reti, due condizioni che renderanno le partite molto intense».

La Mernap è stata inserita nel girone con Erba 14 e Ceisa Gatteo. Lo scorso anno la squadra rossonera si era già qualificata per la fase finale, prima della sospensione dei campionati, aggiudicandosi entrambi gli incontri ufficiali contro Pol. 1980 Bertinoro (7-4) e proprio contro l’Erba 14 (7-0). I riolesi inoltre, erano già stati ospiti della Mernap Faenza al Palacattani nell’ambito delle gare di campionato. In quell’occasione l’Erba 14 fu sconfitta dai faentini per 6-2.

«E’ una squadra che conosciamo molto bene - ha proseguito coach Ghera, il quale in carriera ha allenato anche i riolesi prima di approdare tre anni or sono alla guida della Mernap -, e deve essere affrontata con il giusto atteggiamento, non pensando alla vittoria ottenuta in campionato. Servirà grande attenzione e sono certo che i ragazzi la avranno».

Tra le novità dicembrine figura l’arrivo di un nuovo giocatore, Andrea Argnani (in foto), prelevato dalla Dozzese di serie B. Il transfer di Argnani è arrivato questa settimana, ed è quindi molto probabile che il motivato laterale offensivo debutti proprio sabato pomeriggio contro l’Erba 14.

«Sono felicissimo di essere approdato in questa famiglia che è la Mernap - ha detto il giocatore -. L’ambizione e la serietà con cui progetta il futuro questa società non è nuova a nessuno e sono onorato di essere parte di questo progetto. L’obiettivo è arrivare in serie B nel giro di qualche anno ed io dar il massimo per far sì che ciò accada».

Il calendario del girone F:
Sabato 11 dicembre: Mernap Faenza – Erba 14 Riolo Terme;
Sabato 18 dicembre: Erba 14 Riolo Terme – Gatteo;
Sabato 15 gennaio: Gatteo - Mernap Faenza

La formazione faentina capolista imbattuta del girone affronta gli imolesi all'ultimo posto. Mercato in fermento: Hassane saluta e va al Cesena, dalla Dozzese arriva Argnani.

La Mernap Faenza vuole chiudere il girone d’andata a punteggio pieno. E’ con questo spirito che la formazione faentina impegnata nel campionato di serie C2 di calcio a cinque, scenderà in campo sabato pomeriggio alle 15,30 a Imola in casa del Sassoleone. Una gara che può nascondere insidie e che per questo motivo non sarà da sottovalutare, come ha sottolineato il tecnico dei rossoneri Francesco Ghera: «La nostra classifica è ottima e non possiamo permetterci di rovinarla – ha spiegato -. Contro il Sassoleone sarà una partita molto insidiosa che deve essere affrontata con la giusta mentalità per evitare sorprese. Affrontare la partita pensando alla posizione di classifica (Sassoleone ha un solo punto mentre la Mernap è a punteggio pieno, nda) sarebbe profondamente sbagliato. Bisognerà avere il giusto atteggiamento sin dal calcio d’inizio per cercare di chiudere i conti il prima possibile e dovremo quindi mostrare lo stesso spirito che abbiamo mostrato negli scontri diretti con Alfonsine e Gatteo».

La sfida contro il Sassoleone oltre a concludere il girone d’andata, sarà anche l’ultima partita stagionale con la maglia della Mernap di Abdelhak Hassane. Il talentuoso laterale offensivo infatti nella sessione di mercato di dicembre si accaserà alla Futsal Cesena, attuale capolista del proprio girone in serie B nazionale. Sulla questione è intervenuto direttamente il presidente Filippo Merenda.

«Ho suggerito personalmente al giocatore di accettare l’offerta del Cesena che a mio avviso e di tutta la dirigenza costituisce per lui una grande opportunità - ha riferito il numero uno della società faentina -. Quindi sabato pomeriggio scenderà in campo con la maglia della Mernap e poi ci saluterà. So che sarà un arrivederci e lo ringrazio visto che ci ha aiutato a vincere tutte le partite in cui ha giocato». I movimenti di mercato in casa Mernap Faenza però non si fermano qui. I faentini infatti sono vicini alla conclusione di una trattativa per l’arrivo di un altro giocatore: Andrea Argnani, attualmente accasato alla Dozzese sempre in serie B. Argnani, laterale offensivo classe 1989, ha già ricevuto il nulla osta dalla società emiliana ed ha sostenuto il primo allenamento con i suoi nuovi compagni già nella giornata di giovedì.Il programma della nona giornata:


Sassoleone – Mernap Faenza;


Polisportiva 1980 Bertinoro – Rossoblu Imolese; 


Gatteo – Futsal Bellaria;


Erba 14 Riolo Terme – Dragons Rimini; 


Alfonsine – Città del Rubicone.Classifica: Mernap 24; Alfonsine e Rossoblu Imolese 16; Gatteo e Città del Rubicone 11; Polisportiva 1980 Bertinoro 9; Bellaria 8; Erba Riolo Terme 7; Dragons Rimini 5; Sassoleone 1.

I faentini vincono il derby con Riolo e approfittano del pareggio tra le seconde in classifica, ottava vittoria consecutiva e vantaggio a +8
La Mernap vince ancora, sul velluto, con un tennistico 6-2 e aumenta la propria fuga in classifica. In virtù della vittoria dei faentini, nel derby casalingo di oggi pomeriggio, contro l’Erba 14 Riolo Terme, e del pareggio tra Alfonsine e Rossoblu imolese, seconde della classe, la squadra di mister Ghera ha infatti allungato ulteriormente il proprio vantaggio in classifica, maturando ben 8 punti di distacco dalle inseguitrici.
Nel match disputato al Palacattani oltretutto, per i rossoneri sono arrivate ottime conferme visto l’ampio turnover adottato dal tecnico, a cominciare dal ritorno di Negri tra i pali e dalla prima convocazione per Tronconi, chiamato al posto di Pagliai. Fermi ai box anche Moustadrif, Caria e Gramigna per lasciare spazio al ritorno tra i convocati di Venturelli e di Torino. Le migliori novità però sono arrivate dai più giovani del roster con l’esordio stagionale in prima squadra di Lorenzo Ferri e di Giacomo Chiadini, entrambi classe 2001 appartenenti alla selezione U21 rossonera, i quali, insieme a Albu Constantin (2000), sono stati largamente impiegati nel corso della gara.

All’inizio delle ostilità tuttavia la Mernap era scesa in campo con una formazione consolidata e dopo appena 6’ è stato il solito Hassane, con un preciso diagonale da fuori area a trovare l’angolino giusto per aprire il valzer di gol. Pochi minuti e qualche conclusione dopo il raddoppio è arrivato grazie a Maski che ha ben intercettato un passaggio orizzontale tra Taddeo e D’Amico, freddando l’incolpevole estremo difensore riolese Cimatti. Al 17’ un pericoloso contropiede dell’Erba è stato fermato irregolarmente da Hassane e da Albu Constantin e sugli sviluppi del calcio di punizione, Beschi ha accorciato le distanze. La Mernap però si è dimostrata squadra solida e compatta ed ha continuato a macinare occasioni e gioco fino a quando ancora Maski, dialogando irreprensibilmente con Zaniboni, ha depositato in rete il pallone del momentaneo 3-1 con il quale si è andati al riposo. Nella ripresa la Mernap ha iniziato nuovamente con il piglio giusto e prima Zin Dine (7’) e poi Rezki (8’) si sono scambiati reciprocamente assist e gol mettendo così al sicuro il risultato. Negli ultimi 10’ di gara poi, per una disattenzione difensiva dei faentini, Sandri ha facilmente messo la propria firma sul tabellino dei marcatori grazie ad una ribattuta centrale. Ma così com’era iniziata la partita, si è ugualmente conclusa, con il gol forse più significativo del pomeriggio manfredo. Il giovane Chiadini si è liberato in dribbling del proprio marcatore ma una volta giunto a tu per tu contro Cimatti il giocatore rossonero ha preferito, anziché tirare, passare il pallone all’esperto Zaniboni il quale a porta vuota ha poi realizzato il 6-2 finale. Per la gioia dei tifosi e dei sostenitori del Palacattani che hanno lungamente applaudito i propri beniamini, sempre più primi e sempre più incontrastati.

MERNAP FAENZA: Negri, Rezki, Venturelli, Maski, Zaniboni, Ferri, Chiadini, Albu Constantin, Zin Dine, Hassane, Torino, Tronconi. All. Ghera

ERBA 14 RIOLO TERME: Cimatti, Menghetti, Sandri, Taddeo, Tabanelli, Catani, Barbante, D’Amico, Rinaldi, Beschi, Poggi Pollini, Frassineti. All. Gagliostro

Marcatori: 6’pt Hassane (M), 11’pt e 22’pt Maski (M), 17’ Beschi (E), 7’st Zin Dine (M), 8’st Rezki (M), 20’st Sandri (E), 23’st Zaniboni (M).

Ammoniti: Barbante e Beschi (E).

Espulsi: nessuno

Note: Spettatori 150.

Classifica: Mernap Faenza 24, Rossoblu Imolese e Alfonsine 16, Ceisa Gatteo 15, Città del Rubicone 11, Pol.1980 9, Bellaria 8, Erba 14 Riolo Terme 7, Dragons Rimini 5, Sassoleone 1.

I faentini ricevono i cugini ravennati: una vittoria allungherebbe a otto la striscia di vittorie consecutive

È sempre tempo di derby per la Mernap. Dopo la vittoria contro l’Alfonsine, i faentini affronteranno un’altra formazione ravennate, l’Erba 14 Riolo Terme, match in programma sabato alle 15 al PalaCattani. La Mernap arriva alla sfida con il morale altissimo dato che la settima vittoria in altrettante gare è valsa la prima fuga della stagione portando a sei i punti di vantaggio sulle inseguitrici, ma coach Ghera invita a non abbassare la guardia.
“Al termine del girone d’andata mancano le partite con Riolo Terme e Sassoleone – afferma – entrambe davvero insidiose dal lato psicologico. Sulla carta partiamo favoriti, ma sono le classiche gare in cui si possono perdere punti se non si resta concentrati. Alla squadra chiedo quindi di avere lo stesso atteggiamento mostrato contro l’Alfonsine e mi aspetto molto anche dai nostri giovani, perché quando saranno chiamati in causa voglio che siano pronti. Fino a fine campionato ci sarà infatti bisogno dell’apporto di tutti per continuare ad occupare l’attuale posizione”.
Ora l’obiettivo è puntato sull’Erba 14, squadra che Ghera ha allenato per due stagioni in serie C1 portandola ad un solo punto dalla promozione in B.  
“Sarà bello rivedere tante persone che ho allenato. Affrontiamo una squadra insidiosa con tanti giocatori che conoscono bene la categoria, ma soprattutto l’Erba 14 è formato da un gruppo davvero affiatato. Giocare in un impianto stupendo come il PalaCattani darà inoltre loro ulteriori motivazioni. Credo sia un bell’esame di maturità per i miei giocatori per continuare a disputare un ottimo campionato come stiamo facendo fino ad oggi”.

Il programma della settima giornata.

Mernap Faenza – Erba 14 Riolo Terme;

Città del Rubicone – Sassoleone;

Bellaria – Polisportiva 1980 Bertinoro;

Rossoblu Imolese – Alfonsine;

Dragons Rimini – Gatteo.


Classifica: Mernap 21; Alfonsine e Rossoblu Imolese 15; Gatteo 12; Polisportiva 1980 Bertinoro* 9; Città del Rubicone* 8; Erba Riolo Terme 7; Bellaria e Dragons Rimini 5; Sassoleone 1.

La Mernap vince agevolmente il derby in casa del Campanella Imola e si porta a -2 dalla nuova capolista X Martiri Ferrara. La squadra faentina si è presentata a sorpresa schierando in campo il nuovo acquisto Claudio Moustadrif, lo svizzero ex Faventia era stato contattato ad inizio mese in gran segreto dall’abile dirigenza manfreda e dopo aver passato le rituali visite mediche alle quali sono seguite le formalità burocratiche, aveva sostenuto gli allenamenti settimanali agli ordini di mister Francesco Ghera. Per la difficile gara inoltre il tecnico dei rossoneri è riuscito a recuperare Kamal Jebrane, un altro dei giocatori che mancava da diverso tempo nella distinta della Mernap.

A ranghi completi quindi la squadra faentina ha dato battaglia aggiudicandosi 10-4 il derby contro gli imolesi che invece avevano una formazione molto rivisitata e che alla fine del primo tempo hanno inoltre perso il capitano Illiano per infortunio.

Al fischio d’inizio Mernap e Campanella disputano una partita corretta e determinata rimanendo in equilibrio nel risultato per via dei rispettivi errori sotto porta di Leonardi e Campomori nonché delle belle parate di Resta su Illiano e di Geminiani su Venturelli. Al 9’ Rezki sblocca la gara in favore dei rossoneri raddoppiando 3 minuti dopo e costringendo quindi l’allenatore del Campanella a chiamare il time-out per riorganizzare i suoi. Passano altri minuti e al 18’ Brunelli centra il palo da posizione defilata, preludio al gol di Venturelli alcuni secondo dopo per il momentaneo 3-0.

La reazione del Campanella non si fa attendere e al 20’ Santandrea per vie centrali fulmina l’incolpevole Resta riducendo lo svantaggio. Prima dell’intervallo ancora gli arancioneri avrebbero l’occasione per accorciare ma Villa sbaglia in scivolata l’aggancio davanti alla porta sguarnita.

Nella ripresa in 5’ minuti la Mernap realizza altri 3 gol con lo scatenato Maski e con Brunelli. Gli imolesi hanno però il merito di non gettare la spugna e coraggiosamente nonostante il pesante passivo riescono ad andare in gol con Albanese, momento che segna finalmente l’ingresso in campo del nuovo acquisto Moustadrif (in foto) nelle fila della Mernap. Lo svizzero, insieme a Rezki si rende protagonista con un paio di belle giocate e riesce a suggellare l’esordio con una doppietta utile alla Mernap per chiudere definitivamente la partita. L’autogol di Maski e il gol meritato di Leonardi all’ultimo secondo sono le ultime emozioni di una partita controllata e ben gestita dai faentini dall’inizio alla fine, i quali con la vittoria entrano prepotentemente nella corsa al 3 per il titolo.

Campanella Imola: Geminiani, Campomori, Melandri, Villa, Albanese, Minoccheri, Alpi, Garavini, Neri, Illiano. All. Coco

Mernap Faenza: Resta, Gatti, Putti, Zin Dine, Venturelli, Rezki, Leonardi, Moustadrif, Jebrane, Maski, Brunelli, Masi. All. Ghera

Marcatori: 9’ e 12’ Rezki (M), 18’ Venturelli (M), Santandrea (C), 31’, 33’ Maski e 40’(M), 35’ Brunelli (M), 37’ e 44′ Albanese (C), 46’ Aut. Maski (C), 43’ e 47’ Moustadrif (M), 60’ Leonardi (M).

Ammoniti: Leonardi

Note: Primo Tempo 1-3

Si paventa una grossa occasione per la Mernap Faenza. Dopo la vittoria per 9-1 conseguita domenica scorsa tra le mura amiche della palestra di Granarolo che ha consentito ai rossoneri di rosicchiare alla capolista Ass Club Castel San Pietro punti preziosi in classifica in virtù del pareggio per 6-6 dei castellani contro l’Airone 83 Bologna, la squadra di mister Ghera ha ora la possibilità di risalire ulteriormente in graduatoria portandosi a -2.

Questo perché nell’anticipo di giornata del campionato di serie D l’Ass Club è incappata in un’inaspettata sconfitta per 4-2 in casa del Reno Molinella, risultato che ha consentito alla X Martiri Ferrara, anch’essa vittoriosa 4-2 in casa del Derby Castrocaro, di salire al comando.

Per questo motivo l’esito della partita della Mernap, terza a 27 punti, contro il Campanella di Imola, quarto con 25 punti, che si giocherà domani (sabato, ndr) alle 14,15 al centro sportivo Campanella, sarà di fondamentale importanza anche perchè, a sette giornate dalla fine, nel campionato già riaperto potrebbe prospettarsi una corsa a tre per la vittoria finale.

Nella Mernap si respira quindi un cauto ottimismo, ovattato però dal silenzio che attualmente e forse doverosamente vige alla vigilia di un tanto delicato derby.

Il tecnico Francesco Ghera dal canto suo non potrà contare sugli infortunati di lungo corso come Slimani ma potrebbe ritrovare tra le armi a sua disposizione il capitano Luca Gatti, tenuto precauzionalmente a riposo proprio lo scorso weekend. Certi di una convocazione sono invece Resta, Putti, Venturelli, Leonardi, Maski e Brunelli che insieme a Zin Dine e al ritrovato Rezki El Mehdi, costituiscono l’ossatura portante della squadra. A Maski in particolare verosimilmente verrà chiesto di ripetere la sontuosa prestazione della gara d’andata in cui i faentini rocambolescamente impattarono 4-4 in casa al cospetto di un buon Campanella a cui però mancheranno per squalifica Beltrandi, Pelliconi e Vignoli.

Risultati 4° Giornata Rit: Pianorese 0-13 Balca (Merc.), Derby Castrocaro 2-4 X Martiri Ferrara (Giov.), Reno Molinella 4-2 Ass Club Castel San Pietro (Merc.), Futsal Molinella-Dragons Rimini (Ven. h 21,15), CAMPANELLA IMOLA – MERNAP FAENZA (sab. h 14,15), Airone 83 Bologna – Russi B (sab. h 15,00).

Classifica: X Martiri Ferrara* 32, Ass Club Castel San Pietro* 31, MERNAP FAENZA 27, Campanella 25, Reno Molinella 21, Airone 83 Bologna 18, Dragons Rimini 17, Football Balca* 15, Derby Castrocaroterme* 12, Futsal Molinella 9, Sporting Pianorese 0, Russi B* Fuori Classifica.

*Una partita in più

Non sbaglia la Mernap Faenza vittoriosa 9-3 nel posticipo domenicale della 14esima giornata del campionato di serie D contro un agguerrito Derby Castrocaro. I rossoneri di mister Francesco Ghera tra le mura amiche della palestra di Granarolo Faentino sbagliano l’inizio di gara concedendo a N’Guessan dopo appena 34’’ la rete che inaugura la partita. Nonostante l’inizio in salita però i faentini riescono a giocare ordinatamente trovando il pareggio al 2’ minuto con Venturelli. Seguono diversi tiri, prevalentemente di Maski, verso la porta del Castrocaro difesa dal bravo Bartolini. Per il sorpasso però bisogna attendere il 12’ quando entra in campo Rezki, freddo ed ispirato nel battere l’estremo difensore forlivese. La reazione del Castrocaro non si fa attendere e il portiere della Mernap Massimiliano Resta è costretto a fare gli straordinari per mantenere inalterato il risultato fino al 21’ quando Ghera decide di chiamare il time-out. Al ritorno in campo i faentini giocano più composti e rischiano meno tant’è che poco prima della fine della prima frazione Maski riesce a siglare il 3-1 chiudendo in contropiede un bel triangolo imbastito da Putti e Venturelli.

Nella ripresa un buon Castrocaro si propone in avanti ma è la Mernap con veloci ripartenze a rendersi più pericolosa come nel caso di Leonardi che al 35’ delizia gli occhi dei presenti con una “veronica” sulla banda sinistra conclusa con un tiro imparabile di destro a giro all’incrocio dei pali. Seguono un altro gol di Venturelli su assist dello scatenato Leonardi e la firma di Brunelli in azione solitaria. Al 47’ Mambelli accorcia le distanze con un potente tiro angolato che si staglia sul palo prima di battere l’incolpevole Resta, un bel gol che funge da prologo all’azione chiave della partita: Lombini lanciato a rete si scontra con il portiere della Mernap in uscita, il direttore di gara, già trasversalmente criticato per alcune dubbie assegnazioni di rimesse laterali e calci d’angolo, ravvisa gli estremi per fischiare il calcio di rigore e ammonisce Rezki per proteste. Dal dischetto N’Guessan risulta infallibile portando il Derby Castrocaro a -3 ma la reazione della Mernap non lascia spazio ad altre considerazioni perché poco dopo, uno scatenato Zin Dine fa riprendere il largo ai rossoneri con una doppietta. L’ultima emozione della gara è il secondo gol di Leonardi che chiude definitivamente la gara intendendosi alla perfezione con Brunelli e Venturelli.

MERNAP FAENZA: Resta, Putti, Rezki, Gatti, Leonardi, Venturelli, Brunelli, Zin Dine, Maski, Cicognani. All. Ghera

DERBY CASTROCARO: Bartolini, Michelacci, M.Gatti, Fabbri, Mambelli, Piscitelli, Gucciardi, N’Guessan, Lombini, Grazioli. All. Casadei

Marcatori: 1’ e 53’ N’Guessan (C), 2’ e 40’ Venturelli (M), 12’ Rezki (M), 20’ Maski (M), 35’ e 59’ Leonardi (M), 44’ Brunelli (M), 47’ Mambelli (C), 53’ e 54’ Zin Dine (M).

Ammoniti: Rezki

Note: Primo Tempo 3-1

Domenica i rossoneri riceveranno i termali  già battuti all’andata e in Coppa Emilia Romagna

A poco più di un mese dalla sfida in Coppa Emilia vinta 12-3, la Mernap ritrova il Derby Castrocaroterme, gara che andrà in scena domenica alle 18 alla palestra della scuola media di Granarolo Faentino. La posta in palio in questa occasione sarà ancora più alta delle precedenti, perché entrambe le squadre hanno bisogno di vincere per raggiungere i rispettivi obiettivi. La settimana di preparazione al match è stata molto intensa per i rossoneri sempre più lanciati nella corsa play off.

“Togliamoci dalla mente il 12-3 di Coppa Emilia Romagna – sentenzia mister Francesco Ghera – un risultato che servirà da stimolo soltanto al Derbycastrocaroterme. Sono convinto che i nostri avversari saranno motivati e vorranno metterci in difficoltà dal primo minuto. Dovremo quindi essere bravi ad imporre il nostro ritmo e a non avere quelle pericolose pause che ci sono state nel secondo tempo contro l’Airone 83, perché non ce le possiamo più permettere fino a fine stagione se vorremo disputare un campionato da protagonisti. Sappiamo che la continuità nell’arco del match è il nostro problema maggiore e infatti stiamo lavorando con grande impegno per cercare di risolverlo”.

I precedenti stagionali sorridono ai rossoneri: oltre alla vittoria in Coppa Emilia Romagna che è valsa la qualificazione ai quarti di finale, la Mernap si è aggiudicata anche il match d’andata vincendo fuori casa 4-1.

Il programma della terza giornata di ritorno: – Club Calcio a 5 Castel San Pietro – Airone 83; Football Balca – Campanella; X Martiri – Futsal Molinella; Dragons Rimini – Reno Molinella; MERNAP FAENZA – DERBY CASTROCAROTERME; Russi B – Sporting Pianorese.

Classifica: Club Calcio a 5 Castel San Pietro 30; X Martiri Ferrara 29; Russi B 27; Mernap Faenza 24; Campanella Imola 21; Reno Molinella 18; Airone 83 Calderara di Reno 17; Reno Molinella 15; Dragons Rimini 14; Derby Castrocaroterme 12; Football Balca Ferrara 11; Futsal Molinella 9; Sporting Pianorese 0. 

E’ una bella Mernap quella che nel sabato pomeriggio bolognese sconfigge in trasferta 1-6 l’Airone 83. La squadra di mister Ghera ha dato vita ad un’ottima gara soprattutto nel primo tempo beneficiando della tripletta di Andrea Zaniboni e dei gol di Zin Dine e Venturelli. I faentini grazie al risultato conseguito restano al terzo posto e allungano sul Campanella, sconfitto in casa dalla X Martiri Ferrara.

La partita:

Bastano appena 2’ alla Mernap per sbloccare la gara e 7’ a Zaniboni per segnare definitivamente la partita. Il centrale faentino infatti prima si muove per vie centrali insaccando nell’angolino destro della porta bolognese, poi raddoppia sfruttando efficacemente un lancio di Venturelli attraverso il quale il difensore faentino si ritrova a tu per tu con l’estremo difensore dell’Airone Giuliano.

Non si fa attendere nemmeno il terzo gol di marca rossonera, un minuto dopo infatti Zin Dine mette la propria firma sul tabellino triangolando con Maski.

Gioca bene la Mernap che produce tanto ma si scopre leggermente. I rossoneri però possono contare su un Cicognani in gran forma che respinge sull’insidiosa conclusione di Gerosa, unico reale pericolo proveniente dai padroni di casa nel primo tempo. 

Passano i minuti, Maski e Leonardi divorano due occasioni clamorose, poi al 14’ Zaniboni segna ancora sugli sviluppi di un corner.

La prima frazione si chiude successivamente con il gol di Venturelli e con l’incrocio dei pali scheggiato da un tiro di De Martino all’ultimo secondo.

Nella ripresa non si registrano azioni particolarmente degne di nota da ambo le parti. La Mernap cala, l’Airone prova il tutto per tutto con mister Vanni che ricorre ad un portiere di semi movimento dal 6’. La mossa non da i frutti sperati, al 13’ però il direttore di gara ravvisa un fallo di Cicognani in area e indica il dischetto del calcio di rigore. Sulla battuta e successiva ribattuta di Bastia però l’estremo difensore della Mernap compie un doppio miracolo mantenendo inviolata la porta. Il clean sheet di Cicognani però non dura fino alla fine perché allo scoccare della metà della seconda frazione Leonardi trova la sfortunata deviazione nella propria porta che funge da gol della bandiera dell’Airone che in quel frangente prende coraggio. La Mernap si difende strenuamente, l’Airone non riesce a decollare, a 2’ dalla fine Venturelli chiude definitivamente la partita recuperando palla e segnando il sesto gol mentre Maski, pochi minuti dopo sbaglierà un tiro libero. 

TABELLINO

AIRONE 83 BOLOGNA: Giuliano, Magotti, Franchino, De Martino, Bastia, Cravanzola, Fontana, Gerosa, Monari, Barberio, Palombizio. All. Vanni

MERNAP FAENZA: Cicognani, Zaniboni, Putti, Maski, Venturelli, Brunelli, Leonardi, Zin Dine, Gatti, Rezki. All. Ghera

Marcatori: 2’, 7’ e 14’ Zaniboni (M), 8’ Zin Dine (M), 16’ e 58’ Venturelli (M), 46’ Aut. Leonardi (A).

Ammoniti: Cravanzola (A), Venturelli (M).

Espulsi: Nessuno

Note: Primo tempo 0-5.