Mernap sul velluto, 6-2 all'Erba 14, aumenta la fuga

20 Novembre 2021

I faentini vincono il derby con Riolo e approfittano del pareggio tra le seconde in classifica, ottava vittoria consecutiva e vantaggio a +8
La Mernap vince ancora, sul velluto, con un tennistico 6-2 e aumenta la propria fuga in classifica. In virtù della vittoria dei faentini, nel derby casalingo di oggi pomeriggio, contro l’Erba 14 Riolo Terme, e del pareggio tra Alfonsine e Rossoblu imolese, seconde della classe, la squadra di mister Ghera ha infatti allungato ulteriormente il proprio vantaggio in classifica, maturando ben 8 punti di distacco dalle inseguitrici.
Nel match disputato al Palacattani oltretutto, per i rossoneri sono arrivate ottime conferme visto l’ampio turnover adottato dal tecnico, a cominciare dal ritorno di Negri tra i pali e dalla prima convocazione per Tronconi, chiamato al posto di Pagliai. Fermi ai box anche Moustadrif, Caria e Gramigna per lasciare spazio al ritorno tra i convocati di Venturelli e di Torino. Le migliori novità però sono arrivate dai più giovani del roster con l’esordio stagionale in prima squadra di Lorenzo Ferri e di Giacomo Chiadini, entrambi classe 2001 appartenenti alla selezione U21 rossonera, i quali, insieme a Albu Constantin (2000), sono stati largamente impiegati nel corso della gara.

All’inizio delle ostilità tuttavia la Mernap era scesa in campo con una formazione consolidata e dopo appena 6’ è stato il solito Hassane, con un preciso diagonale da fuori area a trovare l’angolino giusto per aprire il valzer di gol. Pochi minuti e qualche conclusione dopo il raddoppio è arrivato grazie a Maski che ha ben intercettato un passaggio orizzontale tra Taddeo e D’Amico, freddando l’incolpevole estremo difensore riolese Cimatti. Al 17’ un pericoloso contropiede dell’Erba è stato fermato irregolarmente da Hassane e da Albu Constantin e sugli sviluppi del calcio di punizione, Beschi ha accorciato le distanze. La Mernap però si è dimostrata squadra solida e compatta ed ha continuato a macinare occasioni e gioco fino a quando ancora Maski, dialogando irreprensibilmente con Zaniboni, ha depositato in rete il pallone del momentaneo 3-1 con il quale si è andati al riposo. Nella ripresa la Mernap ha iniziato nuovamente con il piglio giusto e prima Zin Dine (7’) e poi Rezki (8’) si sono scambiati reciprocamente assist e gol mettendo così al sicuro il risultato. Negli ultimi 10’ di gara poi, per una disattenzione difensiva dei faentini, Sandri ha facilmente messo la propria firma sul tabellino dei marcatori grazie ad una ribattuta centrale. Ma così com’era iniziata la partita, si è ugualmente conclusa, con il gol forse più significativo del pomeriggio manfredo. Il giovane Chiadini si è liberato in dribbling del proprio marcatore ma una volta giunto a tu per tu contro Cimatti il giocatore rossonero ha preferito, anziché tirare, passare il pallone all’esperto Zaniboni il quale a porta vuota ha poi realizzato il 6-2 finale. Per la gioia dei tifosi e dei sostenitori del Palacattani che hanno lungamente applaudito i propri beniamini, sempre più primi e sempre più incontrastati.

MERNAP FAENZA: Negri, Rezki, Venturelli, Maski, Zaniboni, Ferri, Chiadini, Albu Constantin, Zin Dine, Hassane, Torino, Tronconi. All. Ghera

ERBA 14 RIOLO TERME: Cimatti, Menghetti, Sandri, Taddeo, Tabanelli, Catani, Barbante, D’Amico, Rinaldi, Beschi, Poggi Pollini, Frassineti. All. Gagliostro

Marcatori: 6’pt Hassane (M), 11’pt e 22’pt Maski (M), 17’ Beschi (E), 7’st Zin Dine (M), 8’st Rezki (M), 20’st Sandri (E), 23’st Zaniboni (M).

Ammoniti: Barbante e Beschi (E).

Espulsi: nessuno

Note: Spettatori 150.

Classifica: Mernap Faenza 24, Rossoblu Imolese e Alfonsine 16, Ceisa Gatteo 15, Città del Rubicone 11, Pol.1980 9, Bellaria 8, Erba 14 Riolo Terme 7, Dragons Rimini 5, Sassoleone 1.